Venus at Her mirror

In London with Accessorize

In London with Accessorize

Ho avuto l’occasione di tornare a Londra per la seconda volta, dopo tantissimi anni (ci sono stata circa 8 anni fa) insieme al team di Accessorize e, così come allora, mi ha trasmesso positività e allegria.

Abbiamo intrapreso questa piccola avventura per andare a scoprire la nuova collezione Primavera Estate 2018, in un press day molto divertente che fra poco vi racconterò e così abbiamo approfittato per scoprire altre cose della città che, anni fa, non avevo avuto l’occasione di visitare.

Una su tutte? Covent Garden. Sembra assurdo, ma non ho vissuto questo quartiere per come meritava, o forse l’ho guardato oggi con gli occhi di una adulta. Mi sono piaciuti i colori, la cura dei particolari, i palazzi equilibrati, i tantissimi negozi caratteristici e allo stesso tempo d’avanguardia, gli slarghi e le piccole rotonde. Si sente nell’aria la creatività di questa zona.

Regent Street, Carnaby, London Tower, Tower Bridge, Piccadilly e tanti altri posti, li avevo già visitati, per questo abbiamo deciso di viverli diversamente. Il London Eye visto di notte è spettacolare (la foto nella gallery ne mostra tutta la magia), la vista della città di sera dall’alto dello Sky Gardens, un giardino pensile al 36esimo piano di un grattacelo dove abbiamo avuto una cena francese davvero deliziosa con tutto il team, è da togliere il fiato. L’interno di Sketch, uno dei ristoranti più irriverenti e ironici degli ultimi tempi, con le sue toilette a forma di uovo e gli interni rosa, è un’esperienza da fare – per non parlare delle pietanze, che sono davvero particolari e deliziose. La piccola piazzetta di Neal’s Yard è ideale per una colazione (per viverlo quando non c’è molta gente) o per un brunch: i colori di questo posto pittoresco vi stupiranno.

Inutile dirvi che ho scattato outfit in giro per Londra come una bambina al parco giochi. E la stessa cosa è avvenuta durante il press day, quando ho potuto toccare con mano e in anteprima tutta la prossima collezione di Accessorize.

Un dischiudersi di frange, nappe, motivi boho, fiori, pon pon, ma anche pochette intarsiate, la linea oro ed elegante. E poi la sorpresa: la possibilità di creare i propri orecchini personalizzati, scegliendo tra tante varietà di clip e frange. Io li ho scelti con un fiore di cristalli e nappe con sfumature di rosso degradè.

Non l’avrei mai lasciata Londra, almeno per qualche altro giorno, se non fosse anche per l’albergo che ci ha ospitato: il Radisson Edwardian Mercer St, che ci ha coccolato dalla colazione (sapete che oltre a servirvi al ricco buffet, potete ordinare pietanze calde come pancake, french toast, english breakfast e tanto altro?!) all’ora del tè (nella hall sono sempre presenti pasticcini, caramelle e biscottini) fino all’ora della nanna, con una camera di una comodità unica.

Ci tornerò? Per il momento no. Ho altri programmi per questo 2018, ma chi può dire che non si presenterà di nuovo una due giorni improvvisata…

Buon 2018 di scoperte!

Piaciuto questo volo a Londra? Allora aspettate il prossimo viaggio ma nel frattempo sfogliate la gallery in basso!

…e visitate la sezione TRAVEL con 30 mete in giro per il mondo